Grazie a

Bricofer

Dal 2012 Bricofer – l’azienda italiana leader nel settore del fai da te – è attiva nel sostenere la ricerca sull’autismo. Promuove infatti un’iniziativa solidale che dà a tutti i clienti la possibilità di contribuire a un progetto dedicato alla diagnosi precoce e alla continuità della cura semplicemente aggiungendo 1 euro alla spesa.

“Siamo particolarmente orgogliosi di essere partner di questa iniziativa”, sottolinea Massimo Pulcinelli, Amministratore unico di Bricofer Italia S.p.A. “Il coinvolgimento di Bricofer in questa causa sociale è davvero sentito, tant’è che il nostro management ha visitato personalmente i laboratori di ricerca e a loro volta i ricercatori sono andati a conoscere lo staff nei punti vendita”.

Le donazioni di Bricofer in questi anni hanno finanziato il lavoro di giovani borsisti e ricercatori e contribuito all’acquisto di strumentazioni di laboratorio fondamentali per scoprire la causa genetica dell’autismo.

Ora la sfida è porre le basi per la realizzazione del nuovo laboratorio di genetica clinica, che coordinerà le attività di ricerca soprattutto sul fronte dell’autismo per i risultati finora conseguiti in termini di impatto sociale (punto nevralgico sul territorio) e scientifico (diagnosi sempre più precoce e terapia sempre più personalizzata).

Firminio

Una partnership tra Università Campus Bio-Medico di Roma e Firminio, l’azienda italiana che produce accessori ad Alvito, nella valle di Comino, ha permesso di sostenere le donne che lottano contro il tumore del seno. Firminio ha proposto infatti la vendita di una borsa dedicata a Sonia Manduca, scomparsa a 43 anni per un tumore, per consentire a donne malate di cancro di sottoporsi al test Prosigna, test genetico che permette di individuare la probabilità di recidive e, di conseguenza, la cura più appropriata contro il tumore al seno.

Si tratta di un sistema all’avanguardia in Italia, che attualmente ha un costo medio per prestazione di 3 mila euro. L’acquisto della borsa ha contribuito a garantire la gratuità del test per pazienti a basso reddito.

Fondazione Cattolica Assicurazioni

Dal 2014 Fondazione Cattolica Assicurazioni sostiene il merito finanziando borse di studio per i corsi di laurea e laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, Infermieristica e Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione umana.

La fondazione supporta inoltre gli studenti, i ricercatori e i professionisti impegnati nei programmi di ricerca del FAST (Istituto di Filosofia dell’Agire Scientifico e Tecnologico), incentrati sull’applicazione delle nuove tecnologie all’assistenza con particolare attenzione alle patologie complesse, all’ambiente domestico e alle relazioni intergenerazionali. Il lavoro svolto finora dai ricercatori ha avviato un processo di dialogo teorico e pratico tra il mondo accademico e sociale e ampliato la riflessione sul rapporto tra scienza e società, basato sulla consapevolezza della responsabilità personale e sociale che il lavoro scientifico e tecnologico comporta.

Campoli Azioni Gastronomiche

Grazie all’esperienza trentennale di Fabio Campoli e del suo staff operativo, l’Università Campus Bio-Medico di Roma può fare affidamento su una partnership a 360° che genera da anni collaborazioni professionali e sinergie progettuali. Queste hanno ricadute positive sullo sviluppo e sul sostegno di progetti di ricerca promossi su diversi fronti: dalla ricerca sull’autismo a quella oncologica, fino alle patologie del colon.

Eni

Anche Eni gas e luce SpA ha sostenuto la ricerca per la prevenzione del tumore ai polmoni. Assieme al Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, ha garantito ai fumatori d’età superiore ai 55 anni l’opportunità di controllare gratuitamente lo stato di salute dei propri polmoni attraverso la campagna di screening Un respiro per la vita.

Castel Romano Designer Outlet

Castel Romano Designer Outlet ha aderito all’iniziativa Il talento ce l’hai nel sangue. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della donazione del sangue, al suo interno sono stati distribuiti contapassi e orologi a fronte di piccole donazioni.

Lo shopping center ha inoltre sostenuto la ricerca per la prevenzione del tumore ai polmoni in collaborazione con il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico. Con la campagna di screening Un respiro per la vita ha offerta ai fumatori di età superiore ai 55 anni l’opportunità di controllare gratuitamente lo stato di salute dei propri polmoni mediante Tomografia Computerizzata (TC). Lo shopping center si è reso portavoce di questa importante iniziativa comunicandola mediante i suoi canali digitali e all’interno dei singoli punti vendita, e incentivando i propri clienti a supportare la ricerca con un contributo libero.

Conad

In occasione della Giornata mondiale dell’autismo, Conad ha sostenuto l’iniziativa Spicchi di luna, finalizzata a raccogliere fondi per un progetto integrato di diagnosi precoce e continuità di cure. Grazie anche alla notorietà dell’insegna Conad, oggi leader di mercato, lo spettacolo ha portato all’attenzione del grande pubblico il dramma dell’autismo e le difficoltà che vivono i “figli della luna”. Così sono chiamati i bambini autistici, eterei e diafani come un raggio di luna, chiusi in un mondo fatto di silenzi e isolamento.

L’iniziativa di Conad ha confermato che l’azienda non è solo prodotti, bensì soprattutto “persone oltre le cose”, con il loro spirito solidale che si traduce in iniziative di sostegno e partecipazione alle esigenze delle tante comunità in cui l’azienda opera con i propri soci imprenditori. Negli ultimi anni Conad ha accentuato il proprio impegno verso lo sviluppo responsabile, puntando a superare squilibri e iniquità, con particolare attenzione ai più deboli e al loro quotidiano fatto spesso di emarginazione.

Merck

Merck, società farmaceutica leader a livello internazionale, ha coinvolto i propri dipendenti in un programma di formazione Cook & Work, iniziativa di staff involvement realizzata presso il Circolo dei Buongustai.

I 50 partecipanti, divisi in diverse brigate (cucina, sala, advertising e management) hanno dovuto organizzare il proprio lavoro di team building secondo diversi obiettivi: la presentazione di un piatto che fosse espressione della filosofia del concept ristorativo, la scelta di un vino da abbinarvi, una mise en place adeguata e uno spot e piano promozionale secondo il tema dato.

Tra le quattro squadre scese in campo – anzi, in cucina – è risultata vincitrice quella abbinata al progetto Un respiro per la vita. L’iniziativa ha quindi permesso di garantire 137 screening gratuiti per la prevenzione del tumore al polmone.

Poste Italiane

Poste Italiane ha collaborato con l’Università Campus Bio-Medico di Roma su tematiche di ricerca e sviluppo, in particolare sostenendo progetti di ricerca finalizzati a studiare le cause genetiche dell’autismo.

L’azienda, in virtù di una presenza capillare su tutto il territorio nazionale, attraverso soluzioni basate sulla multicanalità, sulla multimedialità e sull’integrazione di sportelli fisici e virtuali, ha contribuito in questi anni – anche in occasione della Giornata mondiale dell’autismo – a veicolare ai propri dipendenti e alla clientela messaggi di sensibilizzazione riguardo l’importanza della ricerca, con campagne di comunicazione dedicate.

 

Unisciti alle aziende solidali!

Resta in contatto