Ricerca sul Coronavirus

Pronti a fermarlo?

La battaglia contro il coronavirus non è finita. Bisogna ancora trovare una cura efficace. Per questo i nostri ricercatori stanno studiando le caratteristiche di chi “ospita” il virus.

Alcune persone diffondono più marcatamente il contagio e si ammalano più facilmente e con una carica virale maggiore. Perché? La risposta è nelle difese immunitarie. Studiare i fattori genetici è allora un passo fondamentale per scoprire nuove strategie terapeutiche e testare rapidamente nuovi farmaci.

Una battaglia che ci vede in prima linea. Un progetto che ha un costo complessivo di 200 mila euro.

I nostri ricercatori sono pronti a fermarlo, ma la tua donazione è fondamentale per aiutarci in questa battaglia. Sei pronto a sostenerci?

Dona per la ricerca sul coronavirus

Dona 2 euro con un sms o 5 o 10 euro con una chiamata da rete fissa al numero 45518.

Vincere il virus studiando i fattori genetici

Spiegano i nostri ricercatori che, come per tutte le malattie infettive, anche per il Coronavirus l’effetto clinico e la rapidità di contagio dipendono in larga misura dal modo in cui ciascun individuo è in grado di difendersi rispetto alle strategie di attacco del virus. Se da un lato il virus SARS-COV-2 sembra attaccare tutti con le stesse armi, non mutando in maniera determinante il proprio programma genetico, dall’altro le difese immunitarie possono fare la differenza.

Le persone non geneticamente in grado di chiudere le porte al virus – i cosiddetti superspreaders – diffondono più marcatamente il contagio e si ammalano più facilmente e con una carica virale maggiore. Sono loro a sviluppare i sintomi più gravi e, in molti casi, a non sopravvivere. Al contrario, chi è geneticamente più dotato di armi contro il virus non contrae l’infezione o rimane asintomatico.

Identificare quali fattori genetici svolgono un ruolo chiave nel contagio e nella gravità dei sintomi da SARS-COV-2 è un passo importante per scoprire nuove cure.

Dona per la ricerca sul coronavirus

Dona 2 euro con un sms o 5 o 10 euro con una chiamata da rete fissa al numero 45518.

Noi siamo pronti a fermarlo. Tu?

Questo il piano d’azione dei nostri docenti e ricercatori Fiorella Gurrieri, Massimo Ciccozzi, Marcello D’Amelio, Giorgio Minotti, Emanuela Salvatorelli e Silvia Angeletti:

  • verificare l’impatto del profilo genetico individuale sulle caratteristiche cliniche e sulla progressione della malattia da Covid-19
  • identificare varianti genetiche di suscettibilità e di protezione nei confronti della malattia, ad esempio legate al genere e alla regionalità
  • inserire le varianti genetiche in un modello cellulare ingegnerizzato per ricapitolare in vitro l’infezione da Covid-19
  • comprendere la patogenesi della malattia e testare rapidamente nuovi farmaci.

I nostri ricercatori sono pronti a raggiungere questo traguardo importante per salvare vite umane.

Tu sei pronto a sostenerli?

 

Dona ora con PayPal o carta di credito

 

Dona 2 euro con un sms o 5 o 10 euro con una chiamata da rete fissa al numero 45518.

 

Dona tramite l’App o il sito DonaconTIM 

 

Preferisci donare con bonifico?
IBAN IT79G0569603211000007355X84
Causale: Ricerca Coronavirus
Ma #restaacasa e dona con il tuo home banking

 

Le erogazioni liberali effettuate a favore della nostra ricerca contro il Coronavirus da società e altri enti soggetti a IRES sono tutte deducibili al 100% (novità del D.L. 18/2020).

Le erogazioni liberali effettuate per la ricerca sul Coronavirus da persone fisiche o enti non commerciali sono detraibili al 30% fino al massimo di 30 mila euro (art. 66 comma 1 del D.L. 18/2020).

Resta in contatto