Benefici fiscali

È possibile fruire di benefici fiscali che consentano di dedurre o detrarre le erogazioni liberali effettuate a favore di UCBM?

Sì, è possibile. La legge infatti prevede la concessione di benefici fiscali sia per le persone fisiche che per le società e gli altri enti soggetti a IRES, purché le donazioni siano eseguite tramite strumenti tracciabili quali carte di debito, di credito e prepagate; bonifici bancari; bollettini postali; assegni bancari e circolari. Ai fini fiscali è importante inoltre conservare la documentazione attestante il versamento, con relativa causale.

Deduzione donazioni effettuate da persone fisiche

Tutte le erogazioni liberali in denaro effettuate da persone fisiche a favore di UCBM – sia per un progetto specifico che per le sue attività istituzionali – sono deducibili dal reddito complessivo dichiarato senza alcun limite di importo [art. 10, comma 1, lett. l-quater del TUIR].

Deduzione donazioni effettuate da società e altri enti soggetti a IRES

I fondi trasferiti per il finanziamento della ricerca a titolo di contributo o liberalità possono essere dedotti dal soggetto erogante senza limiti di importo (art. 1, comma 353, L. 23/12/2005, n. 266).

Altre erogazioni liberali deducibili effettuate dalle imprese

Le donazioni effettuate con causale “Finanziamento dell’istruzione, educazione o assistenza” sono invece deducibili fino a un massimo del 2% del reddito d’impresa dichiarato dal soggetto erogante [art. 100, comma 2, lett. a) del TUIR; ris. 17 ottobre 2008, n. 386/E]. Tale disposizione è applicabile anche per le erogazioni effettuate da imprese individuali e società di persone.

Resta in contatto